SEZIONE: Notizie

La legge di Bilancio 2024 ha previsto (per le lavoratrici che hanno almeno tre figli) l’esonero della contribuzione previdenziale (9, 19% della retribuzione) con un massimo di 3.000 euro annui, da riparametrare su base mensile. Si tratta del cosiddetto Bonus Mamme che, in via sperimentale per il 2024, spetta anche alle madri con soli due figli. L’agevolazione è diretta a tutte le dipendenti pubbliche e private con contratto a tempo indeterminato. Sono escluse le lavoratrici domestiche. Le madri che risultano in possesso dei requisiti previsti a gennaio 2024 possono usufruire dell’esonero dal mese di gennaio. In caso di nascita del…

Nelle giornate del 4 e 5 aprile 2024 le lavoratrici e i lavoratori di Accenture Services Technology srl (AST), azienda attualmente di 263 dipendenti nata nel giugno 2022 a seguito della cessione di 7 presunti rami d’azienda da parte di BNL relativi all’espletamento di lavorazioni di back office, sciopereranno nel tentativo di contrastare la scelta aziendale di spostare attività per circa 95 persone presso il Delivery center Accenture di Iasi, (Romania).Saranno coinvolti nello sciopero anche i lavoratori con contratto di somministrazione, i lavoratori delle ditte appaltatrici e i lavoratori distaccati da BNL in AST in seguito alla recente sentenza con…

In tribunale lavoratori e Sindacato fanno cappotto su Bnl: 6-0! Vigliotti: tutti i giudici finora chiamati ad esprimersi confermano ciò che gridiamo a gran voce da due anni e cioè che queste cessioni di ramo d’azienda sono illegittime e i lavoratori vanno reintegrati in BNL “Oramai si fa fatica a non perdere il conto delle sentenze, quel che è certo è che con BNL siamo a tanto a zero” afferma Vigliotti commentando la quarta pronuncia – che in realtà è a sua volta composta di 4 sentenze su quattro distinti ricorsi collettivi di decine e decine di lavoratori – dei…

I Venerdì della consapevolezza Nell’articolo 3 della Costituzione italiana viene sancito il principio di eguaglianza fra uomini e donne, corre l’anno 1946, e per la prima volta i generi: uomo e donna, vengono posti sullo stesso piano. Ma occorrerà aspettare vent’anni per far sì che la legge n. 66/1963, renda effettivo il principio di eguaglianza fra uomini e donne. Ma nel quotidiano è realmente così? La discriminazione sociale e professionale, la riscontriamo nel linguaggio, nell’atteggiamento e sempre, nel cedolino dello stipendio. Ci sono iniziative nel mondo del credito, come le “quote rosa” che già nella loro stessa definizione, creano una…

La Circolare INPS nr. 46 del 13 marzo 2024, fornisce le istruzioni per l’applicazione delle modifiche normative apportate dalla Legge 30 dicembre 2023 n. 213 recante “Bilancio di Previsione dello Stato per l’anno finanziario 2024 e bilancio pluriennale per il triennio 2024-2026”) alle disposizioni di cui ai commi 7, 11 e 12 dell’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214). Le variazioni previste comprendono: Modifiche alla disciplina della pensione di vecchiaia. Articolo 24, comma 7, del decreto-legge n. 201 del 2011; Modifiche alla disciplina della pensione anticipata. Articolo 24,…

BENE HA FATTO ABI AD INTERESSARE GOVERNO E ISTITUZIONI SULLA NECESSITA’ DI TUTELARE LE LAVORATRICI ED I LAVORATORI BANCARI RISPETTO ALL’OBBLIGO DI RISERVATEZZA IN CASO DI SEGNALAZIONE DI OPERAZIONI SOSPETTE. “L’iniziativa decisa oggi all’unanimità dal Comitato Esecutivo dell’Associazione Bancaria Italiana è importante ed è totalmente condivisa la preoccupazione che possano derivare pregiudizi concreti a danno dei Dipendenti bancari. E’ assolutamente necessario, infatti, alla luce anche dei recenti fatti di cronaca relativi a presunti abusi nell’accesso ai dati ed alle informazioni derivanti da segnalazione di operazioni sospette, tutelare l’anonimato delle Lavoratrici e dei Lavoratori del Settore che nell’adempimento dell’obbligo di segnalazione…

Le norme del Jobs Act, in caso di licenziamento, hanno limitato le tutele previste dall’art.18 dello Statuto dei Lavoratori che prevedeva l’obbligo del reintegro caso di licenziamento illegittimo, ingiusto e discriminatorio.Il decreto legislativo 4 marzo 2015 n. 23 prevede, per i lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato, il meccanismo definito “a tutele crescenti”, A partire, quindi, dal 7 marzo 2015 il diritto al reintegro per nuovi assunti a tempo indeterminato, in caso di licenziamento, è applicabile solo per casistiche ben definite. In dettaglio, a seguito del decreto le tipologie di licenziamento, che possono dare luogo al reintegro, sono le…

I venerdì della consapevolezza Nel mese in cui ricordiamo l’importanza della celebrazione della Donne come essere umano uguale per diritti e identità all’uomo, ci preme affrontare il tema della discriminazione ad ampio raggio perché evidentemente quella uguaglianza tanto paventata non è stata ancora raggiunta. Perché sebbene siamo partiti da una tragedia per poter celebrare la Donna, come sempre in questo mondo, a oggi siamo ben lontani dal ritenere di aver raggiunto un rapporto egualitario con l’altro sesso in ogni ambito, soprattutto in quello lavorativo con tutto quello che ne consegue. Le discriminazioni più basiche riguardano per l’appunto anzitutto la carriera,…

L’ Arco è un Associazione Nazionale autonoma e senza fini di lucro che opera a tutela dei consumatori fornendo informazioni e consulenza ai cittadini in merito alle procedure di conciliazione e arbitrato. L’ Associazione può contare su una rete di consulenti, strutture legali convenzionate e professionisti del settore tributario, finanziario e immobiliare, oltre a numerose sedi in diverse regioni italiane. Gli iscritti ad Arco hanno diritto ad usufruire di un servizio di consulenza legale specialistica in diversi settori, dalle telecomunicazioni all’energetico, dal bancario e finanziario fino al sociale.Di seguito riportiamo le tipologie di interventi fornite da ARCO: ➢ Assistenza contenziosi:…